Immagini capitolo 2 - foto di Gianluca Giannasso

UfoCiclismo - Ricognizione 2

 

Figura 37. Il muro degli ex voto. Il riemerge di una emozione collettiva e pubblica, di ciò che vive seppellito nelle collettività umane colte da sciagure.

 

Figura 38. Il lago Sandro Pertini o dell’ex-Snia. Sono visibili le strutture industriali in disfacimento.

 

Figura 39. Il colombario d’epoca romana posizionato all’interno dei giardinetti della cuspide preneste.

 

Figura 41. Detriti in cammino verso la cuspide: un scatoletta di tonno.

 

Figura 42. Detriti in cammino verso la cuspide: una bobina super8 anni Sessanta o Settanta.

 

Figura 43. Cenotafio stradale che ricorda (fa riemergere) l’immagine del deceduto.

 

Figura 44. Il pavimento divelto che al passaggio delle biciclette produce un caratteristico suono: una UDA armonica. Qui per ascoltare il suono.

 

Figura 46. Piazza Nuccitelli, dove spesso s’incontrano ciclisti urbani e altre forme di socialità.

 

Figura 47. Qualora ve lo chiedeste: la toponomastica della piazza dedicata a due antifascisti.

 

Figura 48a. Il ponte ciclopedonale che attraversa la ferrovia collocata parecchi metri sotto il livello della strada.

 

L’UDA di servizio dedicata al transito ferroviario.La foto è scattata dal ponticello raffigurato nell'immagine precedente.

 

L’isola pedonale molto ben curata silenzia la generazione di una possibile UDA armonica.

 

Figura 52, Dettaglio dell’omphalos Porta maggiore.

 

Figura 54. Il sottopasso di via di Santa Bibiana. Si tratta di uno psico-dissuasore per i ciclisti e di una affordance attrattiva per gli automobilisti che in questo tratto sono portati ad accelerare. Si veda il filmato di ciclisti urbani che affrontano lo psico-dissuasere contrastandolo con un ordigno sonico.

 

Figura 57. Lo “Atomium romano”. Bello anche se in totale disfacimento.

 

Figura 58. Piazza Jan Palach nel Villaggio olimpico. Luogo d’aggregazione posticcio, progettato per una funzione che necessita invece di una genesi spontanea.

 

Il Villaggio olimpico e la sua architettura “socialista”.

 

Ufociclisti transitano.

 

Figura 61. Cosparse per tutto il Villaggio olimpico ci sono delle variazioni di questo duo atletico di Amleto Cataldi. Le statue “razionalistiche-boteriane” sono molto belle.

 

Figura 60. Ancora uno scorcio del Villaggio olimpico.

 

La parte più (ancor più) residenziale di questa UDA. Scale e tromba dell’ascensore poste in un poligono collocato all’esterno dell’edificio.