UfoCiclismo - Immagini della Critical Mass

Ciemmona 2019 - Autori Vari

 

Primo progetto dello xenoingegnere Piero.

 

Evoluzione grafica del progetto dello xenoingegnere Piero.

 

Fasi preliminari: si opera sul risciò del CSOA eXSnia su cui poggerà il disco volante “ Astronave Madre”. Siamo nella ciclofficicna di Forte prenestino.

 

Fasi di saldatura del disco volante “Astronave Madre”.

 

Realizzata metà struttura in metallo del disco volante.

 

La struttura del disco volante “Astronave Madre” prima di essere montata sul risciò nell’Area51 di Forte Prenestino.

 

Il disco volante “Astronave Madre” montato sul risciò nell’Area51 di Forte Prenestino. Un filmato dell'evoluzione del lavoro.

 

La struttura del disco volante montata sul risciò in un test per verificare che esca dal portone di Forte prenestino.

 

Attorno alla struttura in ferro del disco volante viene stesa la rete da pollaio che reggerà l'involucro in carta e colla.

 

Ancora la rete da pollaio.

 

Il primo strato della carta che riveste il disco volante.

 

La struttura del disco volante completamente ricoperta. Verrà poi aggiunto un ulteriore strato per levigare le imprecisioni.

 

Il disco volante sbombolettato argento. Montatata la struttura in tubi da idraulico per la cupola. Sulla sinistra lo stendardo che reggerà la bandiera con su scritto "No Borders".

 

Il reparto xenoabbigliamento al lavoro.

 

Ancora il reparto xenoabbigliamnto al lavoro. Alle spalle il disco volante quasi completato.

 

Fase intermedia di “ Astronave Madre”.

 

Il dico volante “ Astronave Madre” completato e da issare sul risciò. Qui nell’Area51 del Forte. Un filmato.

 

Il primo test di “ Astronave Madre” montato sul risciò. Quella stessa notte durante una prova estrema si ribalterà con i quattro xenopiloti a bordo.

 

Il secondo giorno della Ciemmona. Esseri interdimensionali testano “Astronave Madre”.

 

“Astronave Madre” è pronta per lasciare il Forte. Sullo sfondo la ciclofficina protagonosta anche del cyclocamp. .

 

L’Area51 del Forte invasa da dischi volanti di ogni foggia e naturalmente da biciclette, ufociclette e ciclisti.

 

L’Area51 del Forte poco prima di partire per parco Schuster (secondo giorno di Ciemmona). Un video.

 

L'arrivo a parco Schuster. Un filmato.

 

Parco Schuster invaso.

 

“Astronave Madre” su strada in testa alla massa critica.

 

Su via Cristoforo Colombo. Ciclisti a perdita d'occhio.

 

La Ciemmona intraprende la salita della Tangenziale est. Il disco “Astronave Madre” è in testa ma tutti i ciclisti contribuiscono alla spinta propulsiva. Una scena che ricorda il Quarto Stato (interplanetario).

 

La Ciemmona su via Cristoforo Colombo fotografata dall’alto di “Astronave Madre”.

 

Il disco volante “Ufocicletta” progettato attorno al risciò del Mago: il risciò autoprodotto più stabile di Roma. Xenoingegnere guida: Nikky Valis Cranti.

 

Xenoingegneri lavorano sul rivestimento estero della “Ufocicletta” nella ciclofficina del Forte. Qui il video del momento del collaudo.

 

Piloti della “Ufocicletta” ormai completamente realizzata.

 

Costruzione del disco vonate “Invasione UFO” nell’Area51 dell’occupazione abitativa del Porto Fluviale.

 

Il disco volante “invasione UFO” pronto per partire. Un filmato.

 

Probabilmente la foto più rappresentativa della seconda giornata della Ciemmona. Intersezione Cristoforo Colombo. Mentre la testa della massa critica ha invertito marcia e si dirige verso Roma centro, la coda è ancora sulla corsia opposta che va verso fuori Roma. In lontanaza il tonal dell’obelisco di Marconi.

 

Lo striscione No Borders calato dalla Tangenziale est all’altezza di Scalo San Lorenzo